Una lavanderia di…successo!

Care lettrici e lettori, vi ricordate del mio articolo “Uno spazio di successo“?
Se non lo avete ancora letto andate a dare un’occhiata perchè qui voglio raccontarvi la seconda puntata…

La mia cliente, in seguito al riordino del suo locale dedicato allo studio, mi ha contattata nuovamente per sapere se era possibile essere aiutata anche per il locale lavanderia che si trova nel suo appartamento. L’obiettivo era partire in vacanza e avere la mente libera e rilassata, sapendo che a casa è tutto in ordine 😉

Ovviamente!! Non vedevo l’ora di tornare all’opera e di rendere ordinato e piacevole un altro locale della sua casa.

La modalità che abbiamo utilizzato è sempre stata la stessa: condivisione di foto e dettagli via Whatsapp. È molto semplice, diretto e non ruba troppo tempo.

Inoltre ci tengo a dire che dopo il primo riordino la mia cliente aveva diritto ad uno sconto del 10% sul prossimo servizio…e con questo secondo incontro ne ha già approfittato😉

Ma ora parliamo di come è andata! In totale è stata necessaria circa 1h o poco più per lavorare al riordino della lavanderia. La situazione iniziale era:

  • una dispensa molto caotica
  • diverso materiale sul pavimento che occupava spazio
  • tante buste e sacchetti vuoti non utilizzati
  • prodotti di vario genere mischiati
  • cavi penzolanti (anche pericolosi!!)
  • spazi non sfruttati al meglio
  • confezioni vuote
  • prodotti per la pulizia in doppio

Avere un locale dedicato alla lavanderia in casa/appartamento è una fortuna ed è necessario sfruttarlo ed utilizzarlo al meglio.

Il mio approccio per renderlo funzionale è stato il seguente:

  • riorganizzare totalmente la dispensa: mettere prodotti e alimenti della stessa categoria vicini, eliminare contenitori non necessari (es scatole di bottiglie di vino, confezioni di plastica di bottiglie di acqua, …)
  • sfruttare lo spazio sopra la lavatrice per appoggiare oggetti che altrimenti sarebbero di ingrombro altrove (es secchio per le pulizie, fogli acchiappacolore, scarpe appena lavate in fase di asciugatura, …)
  • spostare i manici di scope e altri oggetti di pulizia nel piccolo spazio che si è formato tra la parete e lavatrice&asciugatrice (è come avere un mini armadio a disposizione)
  • eliminare e spostare i sacchetti e le buste vuote (se rovinati vanno buttati, se ancora utili si possono mettere nel cassetto o armadio dedicato alla raccolta dei sacchetti)
  • organizzare uno scaffale con tutto il necessario per il gatto (cibo, giochi, igiene)
  • raggruppare i prodotti di pulizia per categoria
  • rendere ben visibili i prodotti che già si hanno per evitare di acquistare altri doppioni
  • buttare le confezioni e i prodotti vuoti
  • togliere i cavi penzolanti dai passaggi

Questo è il risultato, cosa ne pensate?

Principalmente ho lavorato da sola ai passi elencati sopra. Ho coinvolto la mia cliente verso la fine del lavoro per controllare gli oggetti da eliminare e per chiedere una conferma sul posizionamento. L’OK finale deve sempre arrivare dalla cliente, il mio riordino non deve ostacolare il suo utilizzo del locale.

Terminato il lavoro, abbiamo osservato con soddisfazione la nuova veste del locale lavanderia! Fare il bucato ora sarà più piacevole? Lo spero😉

Se anche tu hai uno spazio a cui vuoi dare una nuova luce, non esitare a contattarmi, sentiamoci e OrganizziAmoci insieme!

A presto con #AmoilMioSpazio

Federica


Se questo articolo ti è piaciuto… iscriviti alla nostra newsletter!







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.